La Voce dell'Alberti

Come funziona?

ADSB

Se l’utilizzo di Flightradar24 è molto semplice, non lo è il meccanismo che vi è dietro. 

Il sito utlizza infatti una tecnologia chiamata  “Automatic Dependent Surveillance - Broadcast” o più  brevemente ADS-B. E’ una tecnologia relativamente recente, ed è ormai diffusa in tutto il mondo per garantire  il lavoro di migliaia di controllori di volo e per la stessa sicurezza dei voli aerei.

I controllori di volo possono infatti visualizzare le informazioni dell’aereo che stanno guidando proprio come  noi facciamo con Flightradar24.

Ciò è reso possibile da uno strumento obbligatorio a bordo degli aeromobili civili chiamato Transponder. Il transponder è una radio, che anziché veicolare le trasmissioni vocali fra equipaggio e controllore, invia nell’aria le informazioni riguardo alle prestazioni dell’aereo. Si, proprio nell’aria, perché queste informazioni sono accessibili a tutti quanti coloro che possiedono un ricevitore, sia dall’aeroporto che deve sorveglia i voli, sia dall’appassionato di aviazione che desidera curiosare in cielo. Grazie al sistema ADS-B anche gli aerei si scambiano informazioni in volo, riguardo la loro reciproca posizione, che sugli aerei più recenti viene visualizzata sul display di volo dell’aeromobile, per informare l’equipaggio sul traffico locale.

L’immagine mostra come funziona la tecnologia ADS-B: Il velivolo riceve la propria posizione dal GPS e la trasmette in broadcast insieme ad altri dati di volo. Ora l’informazione può essere ricevuta da qualsiasi ricevitore, che può trovarsi sugli altri aeromobili oppure a terra. I ricevitori a terra trasmettono la posizione alla torre di controllo e l’aereo appare come un puntino sullo schermo del radar. I dati ricevuti a terra vengono anche condivisi con Flightradar24 che li carica sul sito e li rende disponibili a tutti.

 

I dati possono anche essere ricevuti semplicemente con una chiavetta usb modificata collegata al pc, come quelle che si utilizzano per guardare la tv sul computer, sintonizzata sulla frequenza di 1090Mhz. Esistono numerosi ricevitori adatti a tutte le tasche, dai 15€ ai 1000€. Non va sottovalutato il costo dell’antenna.

E’ anche possibile per un privato condividere i dati della sua stazione amatoriale condividere i dati ricevuti dagli aerei con Flightradar24. Il sito offre in cambio l’abbonamento Premium Business, dal prezzo di 499€ annui.

Sicurezza e Tecnologia

Grazie al sistema ADS-B il controllore di volo ha una maggiore consapevolezza della parte di cielo che controlla. Infatti prima dell’avvento di questa tecnologia ci si basava esclusivamente sulle informazioni fornite dall’equipaggio in volo. Questo sistema aumenta notevolmente la sicurezza in volo, prevenendo possibili collisioni fra velivoli e facilitando le operazioni a terra in caso di condizioni meteorologiche avverse e di scarsa visibilità. E’ frutto di una ricerca nel campo dell’aviazione, mossa dalla necessità di rendere più sicuri e “volabili” i sempre più trafficati cieli del mondo. Purtroppo prima che questa tecnologia venisse sviluppata sono avvenuti numerosi e spiacevoli incidenti che però hanno spinto gli ingegneri allo studio e alla sperimentazione di nuove metodologie per il controllo del traffico aereo.

luca

 

 

 

 


A cura di Luca Miglior.

 

 

 

STRADE PRINCIPALI E STRADE SECONDARIE

 

(Paul Klee)

 

Ispirato da un viaggio in Egitto nel 1928, l’autore ha voluto rappresentare le

sensazioni destate dalle strade che dalle pianure del Nilo conducono fino al deserto.

La visione è delimitata da due diagonali che si avvicinano in lontananza ed è ben

visibile la strada principale. Tutto il dipinto si basa sull' intreccio ritmico di linee e

strati orizzontali di colore. Le linee diagonali spezzate delle strade secondarie

sembrano richiamare l'immagine delle dune di sabbia. I toni di colore sono tenui

come quelli degli acquerelli che l’artista dipinse in seguito al ritorno dall’Egitto.

Rappresentando la planimetria di una città tramite gli ampi quadrati, più o meno

regolari e a scacchiera, l’autore propone una riflessione della realtà metropolitana

degli anni 30.

In linea generale, Klee non fu un astrattista puro: amava infatti osservare la natura e

per questo collezionava conchiglie, fossili, farfalle, fiori per studiarne le forme per

scoprire l'energia vitale nascosta in esse e che la pittura doveva rendere visibile.

 

PRIMAVERA (Sandro Botticelli)

 

 

Risalente al 1481 circa e rappresentato a tempera grassa su tavola, fu realizzato in

occasione del matrimonio di Lorenzo di Pierfrancesco de Medici, cugino del

Magnifico, ispirandosi ai testi della cultura classica, più precisamente di Ovidio.

La scena è ambientata in un giardino in cui sono rappresentate più di cinquecento

specie di piante di fiori (molte di queste sono simbolo del matrimonio). Esso è

infatti il Giardino di Venere, che secondo la mitologia si trovava nell’isola di Cipro.

Il racconto allegorico si “legge” da destra verso sinistra: vediamo Zefiro, con le

guance gonfie e il colorito bluastro a rappresentare il vento primaverile, che afferra

la ninfa Clori, che si trasforma in seguito in Flora, che personifica la primavera

indossando un abito fiorito e ghirlande di fiori al collo e sul capo. Loro 

simboleggiano l’amore terreno.

Le altre figure invece riproducono l’amore spirituale: al centro della scena c’è

Venere, la dea dell’amore, più alta delle altre figure, sovrastata del figlio Cupido

che scocca la freccia contro le tre Grazie, che simboleggiano l’amore, la castità e la

bellezza, che ballano ed infine Mercurio, che alza verso il cielo il suo caduceo per poter dissipare le nuvole.

Tutte le figure sono rappresentate con una lingua elegante che mette in risalto i contorni, con le ombre appena accennate.

A cura di Federica Ghisu

Il 23 Aprile del 1616 morivano tre grandi autori: William Shakespeare (celeberrimo

autore di opere quali “Romeo e Giulietta”; “Sogno di una notte di mezza estate”),

Miguel De Cervantes (autore de “Don Chisciotte della Mancia”) e di Garcilaso de la

Vega (autore di vari sonetti). In occasione di questa ricorrenza, l’UNESCO nel

1996 ha instituito la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, nota anche

come Giornata del Libro e delle Rose, nata per promuovere la lettura e la protezione

della proprietà intellettuale attraverso il copyright.

Nel 1817, il 5 Aprile, venne presentato pubblicamente il primo prototipo di

bicicletta: la drasina, o drasine. Aveva due ruote allineate, con quella davanti

sterzante. Era priva di pedali e freni, infatti per la propulsione era necessario che il

guidatore si desse la spinta puntando i piedi nel terreno; lo stesso per frenare. Erano

generalmente costruite in legno rinforzato con elementi di ferro.

Nell’Aprile del 1942, esattamente il 21, entrò in vigore il nuovo codice civile.

Emanato con il Regio decreto-legge 16 marzo 1942, n. 262, costituisce una

delle fonti del diritto civile italiano, poiché ancora oggi vigente nell'attuale

Repubblica Italiana. La codificazione del diritto civile moderno in Italia è stata

influenzata principalmente dalla codificazione francese.

Il 7 Aprile del 1950 è stata instituita dall’Organizzazione Mondiale della

Sanità, l’Agenzia dell’ONU specializzata nella difesa e tutela della salute, la

Giornata Mondiale della Salute. Ogni anno dedicata ad un tema, quella del 2016

è stata dedicata alla lotta al diabete.

A cura di Federica Ghisu

"La mia intelligenza? Più che mediocre. I miei unici meriti sono stati impegno e ottimismo"
Rita Levi Montalcini nacque a Torino il 22 aprile 1909 vinse il premio Nobel per la Medicina nel 1986 e fu la prima donna ad essere ammessa all'Accademia pontificia delle scienze.
Il suo amore per le scienze fu così grande che riuscì a contrastare il volere del padre, che voleva impedirle di proseguire gli studi, e le leggi razziali, infatti, essendo ebrea e non potendo più frequentare l'università di Torino, allestì un piccolo laboratorio di ricerca nella sua camera da letto.
Nel 1947, dopo la liberazione, le venne offerta una cattedra alla Washington University di St.Louis dove, all’inizio degli anni Cinquanta, fece la sua scoperta più importante: la proteina del fattore di crescita del sistema nervoso, studio che, trent'anni dopo, venne premiato con il Nobel. La ricerca della scienziata è fondamentale per la comprensione dei tumori e per lo studio della cura di malattie come Alzheimer e Sla.
Anche molto anziana, Rita Levi Montalcini  continuò la sua opera instancabile a favore della ricerca, «Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente» disse in occasione dei suoi 100 anni.
Nel 2001, la Montalcini fonda un nuovo centro di ricerca sul cervello a Roma, l'Ebri il cui unico obiettivo era lo studio del sistema nervoso centrale, sia in condizioni normali che patologiche, infatti lo scopo era quello di capire le basi delle malattie neurologiche e svilupparne le cure.
Durante i festeggiamenti per il suo centesimo compleanno, Rita Levi Montalcini lancia un messaggio alla gioventù <<Oggi alla gioventù presente posso dire che l'unico segreto che trasmetto è: mai pensare alla nostra persona, ma vedere il mondo interno a noi, pensare alla stupenda bellezza della natura e dell'uomo>>

A cura di Emma Giua.

Il Viaggio costituisce una grandissima parte della nostra vita, dal punto di vista sia della nostra formazione sia per il raggiungimento dei nostri obiettivi. Il mondo è un posto magnifico, ma pochissimi di noi conoscono i luoghi più incredibili, non sempre questi ultimi sono i luoghi complessi nella loro spettacolarità, ma anzi, molti sono indelebili nella nostra esperienza per la loro purezza.